Sennheiser HD25

Rispondi
Avatar utente
crazywipe
Messaggi: 97
Iscritto il: sab feb 10, 2018 4:14 pm

Sennheiser HD25

Messaggio da crazywipe » dom feb 11, 2018 2:20 pm

Immagine
photo upload

La Sennheiser Hd25 e’ un classico di casa Sennheiser in produzione dal 1989.
Indirizzata principalmente al settore pro per “on-field monitoring” , ma anche leggendaria fra i DJ di tutto il mondo, e’ diventata un classico anche per gli audiofili in cerca di un ottima cuffia portatile. L’isolamento e’ al top della categoria (isolamento passivo) e il peso davvero contenutissimo (circa 120 grammi) la rendono ideale per un uso in scenari rumorosi dove un buon isolamento e’ necessario per poter godere appieno della musica. La costruzione e’ completamente modulare, tutte le parti sono sostituibili e ordinabili dal sito Sennheiser Spares.

Il suono discosta dal tipico suono Sennheiser caldo ed inoffensivo: queste hd25 graffiano! Potremmo definirle delle Grado-Sennheiserizzate. I bassi scendono molto e hanno punch a volontà, medi leggermente avanzati per un suono immediato e “in faccia”, alti ben controllati ma leggermente frizzanti nell’ottava più alta.
Un suono molto divertente e piacevole restando allo stesso tempo fedele all’incisione. Come difetti stringono un poco, ma la pressione si può allentare giocando con l’headband. I pads sono in similpelle, ma per lunghe sessioni consiglio quelli in velluto per aumentarne il comfort. Sono disponibili vari cavi aftermarket, adesso ho montato un cavo Oyaide in PCCOC-A che rappresenta sicuramente in salto di qualità rispetto al cavo stock. L’Oyaide e’ decisamente più dettagliato. Ottimo anche il cavo in rame OFC di mavismodz (acquistabile su ebay) che conferisce più presenza nei medio-bassi. Le possibilità di "fine tuning" sono davvero molte per personallizare l'esperienza sonora.

Tra le altre cuffie portatili chiuse ho avuto il piacere di possedere ci sono: la Beyerdynamic T51p, la Noontec Zoro, Noontec Zoro II HD, la Sennheiser Amperior. Ma nessuna raggiunge la performance complessiva della HD25. La T51p ha una bellissima gamma media ed un suono con grana più fine. Di contro la transizione tra i medio-alti e' davvero problematica e suona decisamente meno naturale. L'Amperior e' molto simile alla HD25, ma dal suono più V-Shape. I bassi sono più enfatizzati e anche i medio-alti più aggressivi. Trovo la HD25 più bilanciata e chiara, e anche molto più leggera. (e anche più cool visto il total black:) )

Ho usato la HD25 per un viaggio a Rio De Janeiro, 14 ore in aereo davvero piacevoli in sua compagnia!

Passano gli anni, ma la Sennheiser HD25 resta indubbiamente il mio riferimento per una cuffia portatile.
La combinazione di qualità sonora, isolamento, leggerezza, costruzione, la rendono quasi perfetta.
Unici difetti: una grana sonora non proprio finissima, leggermente brillante sull'ottava più alta.
Non posso che consigliarla caldamente agli amanti del rock, metal ed elettronica.

Completa il setup: Audioquest Jitterbug, Audioquest Dragontail, Audioquest Dragonfly Red.

Qualche altro fan della HD25 a parte me? :)

Rispondi